Bosco di S.Antonio e Pescocostanzo - Foto soci

 

1 Settembre, Una domenica così…non la potrò dimenticare!!

Parafrasando il titolo di una bella canzone degli anni ’70 , la nostra escursione al Bosco di S.Antonio e Pescocostanzo, è stata proprio una bella domenica , trascorsa all’insegna dell’amicizia e dell’allegria, intervallata da qualche scatto fotografico. Partiti da dieci ,siamo diventati venti amici desiderosi di trascorrere una giornata all’aperto, nell’affascinante e coinvolgente natura del Parco nazionale. La prima tappa è stata il Bosco di S.Antonio ma, prima di addentrarci, abbiamo consumato una colazione un po’ particolare per l’ora : ottimi rustici annaffiati da un buon Montepulciano d’Abruzzo. E, con la speranza di non fare foto mosse , ci siamo incamminati nella splendida faggeta di alberi secolari dove, a tratti , abbiamo incontrato radure con splendide fioriture di crochi che, in bella mostra di sè ,chiedevano solo di essere fotografati. Molti di noi, qui, si sono espressi al meglio e,” nelle posizioni più strane per fotografare,” hanno cercato di portare a casa l’immagine di questi fiori .Esaurita la parte naturalistica dell’uscita, ci siamo incamminati per soddisfare anche le esigenze materiali, andando verso il punto di ristoro. La nostra “guida, forse non ricordando esattamente il posto, ha pensato bene di farci ammirare un bel po’ del parco prima di arrivare a destinazione. La fattoria molto ridente, ci ha accolti già con le fornacelle e la brace pronta all’uso. La vivace e chiassosa tavolata, imbandita di tante leccornie, ci ha fatto dimenticare il motivo principale dell’escursione e, solo il nostro web-master ci ricordava invano di inviargli foto per il sito. Il pranzo , dagli antipasti alla carne, alle mozzarelle “on the road”( chiedere la ricetta ad Antonio) al caffè e al dolce è stato il filo conduttore della prima parte della giornata. Nella seconda , rivestiti i panni ufficiali di fotoamatori e ripresi i nostri “attrezzi di lavoro,” ci siamo diretti a Pescocostanzo per qualche scatto più qualificante. Questo borgo , inserito tra quelli considerati più belli d’Italia, ci ha effettivamente stupiti: bello, accogliente,pulito; i tanti fiori sui balconi e nelle piazzette invitavano con i loro accostamenti di colori a scattare foto . Dopo aver adempiuto a questo nostro gratificante dovere “professionale”, ci siamo incamminati per far ritorno a Pescara. BELLA GIORNATA, BELLI I POSTI MA SOPRATTUTTO GRADEVOLE LA COMPAGNIA!!!!!!!! GUARDA LE IMMAGINI