Una domenica tra Scanno e Villalago di - Scannella Roberto e Teresa Mirabella

Una tranquilla domenica a Scanno e Villago

Tutti abbiamo visto e fotografato Scanno varie volte, in tutte le feste e in tutti i suoi angoli. Grandi fotografi hanno immortalato questo caratteristico paese abruzzese, dall’epoca della pellicola in bianco e nero fino ai giorni nostri rendendolo il paese sicuramente più fotografato e meta di fotografi e fotoamatori di tutto il mondo. Senza alcuna pretesa o intenzione di compararci ad altri, durante una tranquilla gita domenicale abbiamo scattato ancora una volta, tanto per non perdere l’abitudine, alcuni scorci e situazioni di Scanno e della vicina Villalago. Scanno ci ha accolti con la banda e con la processione degli Incappucciati in onore alla Madonna delle Grazie, oltre che con i suoi inconfondibili e fotogenici scorci. A Villalago siamo stati piacevolmente sequestrati dal Sig. Mario, un incontro casuale che ci ha portato a scoprire il paese del museo diffuso, tante vecchie case nascondono al loro interno tesori degni dei più grandi e rinomati musei dove sono raccolti innumerevoli attrezzi di lavoro e di vita quotidiana dei contadini e dei pastori di un tempo ormai lontanissimo. Ogni arnese è testimone di storie vissute di cui il custode ci ha fatto partecipi con dovizia di particolari. E’ stata anche ricostruita la camera degli sposi con biancheria, mobili e altri oggetti usati dalla povera gente di una volta che, nella loro semplicità, non si facevano mancare nulla dell’essenziale. Grazie alla passione di pochi individui come il Sig. Mario, che impiegano il proprio tempo e mezzi personali, le antiche tradizioni di una volta non vengono sepolte dalla polvere dell’obblio e rivivono nella conoscenza delle nuove generazioni. Teresa Mirabella. GUARDA LE IMMAGINI