Quelli della Fauda in tour. G.F. La Genziana

QUELLI DELLA FUADA” 11 NOVEMBRE 2016: SERATA DI FOTOGRAFIA E SPETTACOLO A CURA DEL GRUPPO FOTOGRAFICO LA GENZIANA Da una vacanza a Mosca e San Pietroburgo nasce un’amicizia ed il desiderio di condividere le belle esperienze vissute da due fotoamatori, Alfonso Maurizio del nostro Gruppo Fotografico La Genziana e Andrea Fornaro del Gruppo Atermun Fotoamatori. I due neo-amici, che si sono conosciuti durante il viaggio di gruppo organizzato da un’agenzia, non si sono limitati a ritrovarsi con parenti ed amici, come solitamente si fa di ritorno da una vacanza, per vedere le belle foto scattate, ma hanno costruito un evento che ha fatto confluire, durante la serata dell’11 novembre 2016, oltre un centinaio di persone nell’auditorium della Circoscrizione Castellammare di Pescara, gentilmente concesso per l’occasione dall’Avv. Blasioli. La sala è stata arricchita da una mostra fotografica collettiva del Gruppo La Genziana e del Gruppo Aternum, la prima a tema “Contrasti e similitudini” la seconda a tema “Fotocommenti” e dai quadri della pittrice Diana Ferrante. Dopo i saluti dei presidenti dei due gruppi fotografici ed il saluto in russo di Vola, una ragazza di madrelingua presente in sala, la serata è iniziata con la proiezione dell’audiovisivo realizzato con le foto fatte a San Pietroburgo e a Mosca da Alfonso e Andrea. Tante bellissime immagini che hanno fatto viaggiare con la fantasia la platea entusiasta. La serata è proseguita la proiezione dell’audiovisivo “Collettiva 2016” del Gruppo La Genziana, a seguire con un singolare audiovisivo realizzato dal socio del nostro Gruppo Roberto Scannella dal titolo “Phobos”, con gli audiovisivi “Tanti per tutti” e della premiazione dell’estemporanea FAI proposti dal Gruppo Aternum Fotoamatori. Le proiezioni sono state presentate in alternanza con spassose poesie in dialetto abruzzese scritte e declamate dalle poetesse Mara Seccia e Anna Maria Finocchio, e con balli del Gruppo Folkloristico Giuseppe Di Pasquale-Pro Loco Pescara. A conclusione, il gruppo folkloristico ha invitato il pubblico a provare i balli tradizionali in un finale di allegria e divertimento. Con un po’ di fantasia e con un buon lavoro di squadra il nostro Gruppo ha offerto a tutti i presenti una serata di vero spettacolo, poliedrico e divertente. GUARDA LE IMMAGINI