Campo Imperatore "Il Piccolo Tibet D'Abruzzo" di - Scannella - Maurizio - D'Arcangelo

Campo Imperatore, il “Piccolo Tibet” d’Abruzzo, storia e bellezza in alta quota. Nel cuore del Gran Sasso è custodito uno dei più vasti altopiani d’Italia, di origine glaciale e carsico-alluvionale, caratterizzato da scarsa vegetazione e dalla presenza di diversi laghetti poco profondi e circolari, alcuni dei quali meteoritici. Fonte Vetica, a sud-est di Campo Imperatore, è l’unica zona boschiva dell’altopiano. E’ tristemente nota per una tragedia avvenuta nel 1919 a seguito di una tempesta di neve in cui incontrarono la morte un pastore, il suo figlioletto e ben cinquemila pecore del suo gregge. Delle statue e una lapide che li rappresentano ricordano ai viandanti la potenza della Natura e la pochezza degli uomini, anche a causa di atti vandalici che hanno offeso il monumento. Fonte Vetica è nota anche come luogo di spensierate scampagnate nella zona dei “macelli” dove negozi di carne, salumi e prodotti tipici offrono la possibilità di comprare e cucinare sul posto negli appositi barbecue e fornacelle a disposizione di tutti. I macelli sono mete di turisti, famiglie e motociclisti che cercano il contatto con la natura nella bellezza di un paesaggio dalla ampie vedute. Campo Imperatore ha scritto delle pagine di storia che narrano dell’ultima prigionia di Mussolini presso l’unico Hotel della zona in cui può essere visitato un museo con arredi dell’epoca. E’ stata una delle mete predilette da Papa Giovanni Paolo II nei suoi ritiri estivi in montagna. Meta dei turisti sono anche l’Osservatorio Astronomico che, da ben 1800 metri, consente di scrutare la volta celeste con visite guidate, e il Giardino Botanico alpino, fonte di studio della flora spontanea d’alta quota Campo Imperatore, ovviamente, è il paradiso degli escursionisti estivi e invernali. Un posto con scenari così straordinari non poteva sfuggire neanche a registi famosi che vi hanno realizzato film e spot pubblicitari. Durante una gita domenicale anche noi abbiamo voluto godere dell’aspetto paesaggistico e mangereccio del nostro piccolo Tibet immortalandolo con alcune immagini. Teresa Mirabella. GUARDA LE IMMAGINI.