Anatolian Ballons - Turchia



Sveglia all’alba.

Alle 4.30 del mattino il personale del tour operator viene a prenderci all’hotel. Fa freddo, tutto intorno è buio.

Ci rechiamo a bordo di un pulmino fuori della cittadina di Avanos in una pianura deserta al centro della Turchia. Ad attenderci, in un bar troviamo un

caffè, caldo e dei panini dolci, mentre fuori ci sono dei giganti sdraiati a terra , addormentati e in attesa di essere svegliati.

All’improvviso una fiammata, è la forza del propano che riscalda l’aria ,gonfiando le mongolfiere.

In poco tempo prendono forma decine di palloni areostatici coloratissimi e, in questo frangente ci rendiamo conto che l’avventura è iniziata già

prima di staccarci da terra.

Le mongolfiere che prendono vita animate dal fuoco, sono uno spettacolo indescrivibile, una gioia specialmente agli occhi di noi fotoamatori.

Entrati nel cesto ( siamo in 24!!!!!), ci stacchiamo lievemente , dolcemente da terra. Sembra di volare sopra una nuvola, immersi in un silenzio rotto

solo dal fruscio del vento.

Il volo procede tranquillo e sereno. Lentamente saliamo di quota , ammirando dall’alto i famosi Camini delle fate.

Passato il magico momento del sorgere del sole, ci godiamo un paesaggio lunare circondati da altre coloratissime decine di mongolfiere, che aiutano

a rendere ancora di più surreale questa esperienza che mi rimarrà

per sempre impressa nella memoria.

ANTONIO BUZZELLI


 

Vai alla galleria